Le farfalle non vivono nel ghetto

FacebooktwittermailFacebooktwittermail

Martedì 28 Gennaio

ore 21:00

Presso il Centro Giovani a Santa Croce s/a (Via Filippo Brunelleschi, 2)

Nell’ambito delle iniziative per il giorno della memoria del Comune di Santa Croce Sull’Arno

Le farfalle non vivono nel ghetto

Voci e canti dal lager di Terezin

A cura di Associazione Culturale Elicriso

Dalla fine del 1941 alla liberazione nella città-ghetto di Terezin soggiornarono più o meno a lungo gli ebrei cecoslovacchi destinati al campo di sterminio di Auschwitz.
Tra di loro 15.000 tra bambini e giovinetti, meno di cento dei quali riuscirono a sopravvivere. Del loro passaggio a Terezin è rimasta una commovente testimonianza, rappresentata da alcune migliaia di disegni e qualche decina di poesie. Da tali documenti, che furono oggetto di affettuoso studio da parte di psicologi, letterati ed artisti, traspare una maturità di pensiero straordinariamente precoce, la straziante consapevolezza di un destino inesorabile, e soprattutto il disperato, insopprimibile anelito alla vita delle giovani vittime. Nella maggior parte dei versi, già di per sé toccanti per i motivi ispiratori e la vicenda umana che sottintendono, sono presenti valori poetici autentici, che stupiscono per l’altissimo, imprevedibile livello di forma e linguaggio e la sconvolgente capacità espressiva.


In questa lettura-concerto le poesie dei bambini di Terezin sono incastonate in alcune bellissime pagine di musica che attingono dal repertorio popolare italiano e dalla tradizione ebraica: dai canti chassidici, in Yiddish, a quelli degli ebrei sefarditi (dalla Spagna e dalla ex Yugoslavia), ad alcuni canti religiosi in lingua ebraica. In questa musica incontriamo temi e registri diversi: la nostalgia per un amore lontano, la gioia del matrimonio, la preparazione ad importanti feste come Pesah e Purim, la lode e la gratitudine verso Dio. La varietà sia musicale che linguistica di questi canti è testimonianza della presenza errante degli ebrei in molti luoghi del mondo. La barbarie nazifascista si riversò anche verso un altro popolo errante, quello Rom. Fabrizio De Andrè nel suo brano Khorakanè ha saputo raffigurare con alcune semplici e vivide immagini la vita quotidiana di questo popolo e la tragedia che condivise con gli ebrei. Le parole del grande poeta e cantautore genovese aprono e chiudono lo spettacolo, dando un messaggio che trascende la canzone e diventa universale: chi resta ha il compito di ricordare.

Interpreti:

Andrea Giuntini: Voce recitante

Ilaria Savini: Voce

Simone Faraoni: Pianoforte*, Voce, Fisarmonica, Percussioni

Concerto al MMAB

FacebooktwittermailFacebooktwittermail

Mercoledì 15 Gennaio ore 17:00 presso la biblioteca di Montelupo

(Piazza Vittorio Veneto, 10, Montelupo Fiorentino)

Concerto

con

Ilaria Savini: voce

Simone Faraoni: tastiera, fisarmonica, voce

Un viaggio fra le musiche popolari di Inghilterra e Francia (con le Folk songs di Britten), Spagna (con le Canciones populares españolas trascritte da Garcia Lorca e con alcuni bellissimi canti sefarditi), Italia (dalla Toscana, alla Campania, alla Sicilia).

Il concerto è promosso dall’AUSER ed è ad ingresso libero.

Vi aspettiamo!

Intervista su Musicheria.net

FacebooktwittermailFacebooktwittermail

Segnalo che oggi è uscita a cura di Mario Piatti una mia intervista sul sito Musicheria.net, intitolata “Canto e musica popolare: roba d’altri tempi?

La trovate a questo link:

https://www.musicheria.net/rubriche/interviste/5175-canto-e-musica-popolare-roba-d-altri-tempi?fbclid=IwAR2DObAYMQSd0rU7JullQ3yTrNX2QsekTtbMBqMoJpAlkwjH4g4xxIUAYxo

Un due tre…Folk!

FacebooktwittermailFacebooktwittermailEccovi il programma di Un due tre…Folk” 2017-2018. La collaborazione fra il mio gruppo Vincanto, l’Accademia della Chitarra di Pontedera e il Centrum Sete Sòis Sete Luas continua e quest’anno ha portato ad un programma ancora più ricco, con 3 cicli di laboratori, ognuno articolato su tre incontri e della durata di 3 ore.

I temi saranno Canto Popolare Corale a cura nostra, Danze popolari a cura di Pino e Sabina Gala dell’associazione “Taranta” di Firenze e percussioni con il mitico Ettore Bonafè.

Queste le date:

Canto popolare con i Vincanto
Sabato 18 Novembre
Sabato 16 Dicembre
Sabato 13 Gennaio

dalle 15:00 alle 18:00

Danze popolari con Sabina e Pino Gala (Associazione Taranta)
Sabato 20 Gennaio
Sabato 17 Febbraio
Sabato 17 Marzo

dalle 15:00 alle 18:00

Percussioni con Ettore Bonafè:
Domenica 11 Marzo
Domenica 8 Aprile
Domenica 6 Maggio

dalle 10:00 alle 13:00

Per info ed iscrizioni: segreteria@accademiachitarra.it

Costi: 15 euro ad incontro (si può frequentare anche un solo incontro) o 40 euro per 3 laboratori di uno stesso ciclo (se pagati al primo incontro)

Il seminario dei Vincanto, dal titolo “Grano grano ‘un carbonchiare”, è dedicato ai canti sul tempo e le stagioni nei canti popolari italiani.

Nel mondo contadino numerosi canti scandivano il calendario agricolo e l’esistenza stessa delle persone. Si cantava per augurare un buon anno o un buon raccolto, scongiurare malattie o carestie, mantenere vive le storie della vita di Gesù o dei molteplici santi che venivano pregati.
In occasione delle principali feste religiose, come la Pasqua o il Natale (il seminario del 16 dicembre sarà interamente dedicato ai canti popolari sul Natale) si cantava un repertorio “altro” di canti che in chiesa spesso non potevano entrare perché giudicati non aderenti alla liturgia, talvolta addirittura pagani. Il laboratorio è dedicato i canti rituali, ai canti di questua, ai canti legati allo scorrere del tempo e delle stagioni.

Il lavoro prenderà le mosse dalla vocalità e dal canto corale in special modo, al quale sarà dedicata la gran parte del tempo. Attraverso giochi ed esercizi collettivi, sarà posta l’attenzione sulla dimensione sociale del cantare insieme, senza dimenticare di far emergere anche le caratteristiche di ogni singola voce. Saranno affrontati canti di diverse regioni italiane dedicando anche ampio spazio all’ascolto e alla contestualizzazione dei repertori che affronteremo.
Saranno fornite delle indicazioni di tecnica vocale di base per chi non ne ha, con un focus sull’osservazione e l’analisi dell’emissione vocale dei brani affrontati, diversa a seconda della diversa provenienza regionale, finalizzati ad un tentativo di riproduzione e reinterpretazione.

A chi si rivolge:
Non sono richieste capacità particolari in campo vocale e musicale, né la capacità di leggere uno spartito o suonare uno strumento. Il seminario è adatto sia a chi ama cantare sia a chi vorrebbe approfondire il lato storico o teorico della canzone popolare.

I tre laboratori possono essere seguiti come un percorso o anche ognuno a sè.
Le lezioni saranno tenute da uno o più membri del gruppo musicale Vincanto.

Non perdete tempo, iscrivetevi! Prezzi imbattibili!

Prossimi concerti

FacebooktwittermailFacebooktwittermailTempo di Natale, tempo di concerti, specialmente di cori…

Ecco le prossime date con il coro “Insieme per caso“, diretto da Fabrizio Berni, di cui faccio parte da quando ero una ragazzina, e del coro “Diluvio Universale” di Staffoli, che seguo con Simone Faraoni da ormai più di cinque anni:

16 dicembre ore 21:30 – Concerto del Coro Insieme per caso nella chiesa di Montaione (Fi)

17 dicembre ore 21:30 – Concerto del coro Diluvio Universale presso “Il capannone” a Forcoli (Pi)

20 dicembre ore 21:30 – Concerto del Coro Insieme per caso nella chiesa di San Romano (PI)

21 Dicembre ore 21:30 – Concerto del coro Diluvio Universale nella chiesa di Staffoli (PI)

23 Dicembre ore 15:00 – Concerto del coro “The sleeping stones” (Coro dei ragazzi delle scuole superiori di Pontedera, promosso dal CRED e seguito da me e Simone Faraoni) presso la biblioteca e alle 16:00 davanti al Comune, sempre a Pontedera.

POI

Il 26 Dicembre, nel pomeriggio (preso maggiori dettagli), canterò a Fucecchio nella chiesa delle Vedute con un piccolo ensamble di voci del coro Insieme per caso (Chiara Benedetti, Anna Pinori, Lindita Adalberti e me) a un concerto dove si esibiranno alcuni allievi di pianoforte del Maestro Fabrizio Berni. Noi tra l’altro canteremo alcuni brani da “A Ceremony of carol” di B. Britten.

Il 30 dicembre ore 18:00, infine, canterò nella chiesa di San Pierino con la mia grande amica e soprano Marcella Gozzi per ricordare le persone che ci hanno lasciati nel 2017. All’organo di sarà Fabrizio Berni e al violino Nicola Dalle Luche. Faremo alcuni brani dallo Stabat Mater di Pergolesi e altri brani di Vivaldi, Bach, Gounod.

Un due tre…Folk!

FacebooktwittermailFacebooktwittermailL’ultima fatica dei Vincanto…in collaborazione con L’Accademia della chitarra di Pontedera e con il Centrum Sete Sois Sete Luas. Quattro seminari di approfondimento sulla musica popolare italiana.

Ecco il programma

Un due tre…folk!
Quattro laboratori dedicati alla musica popolare italiana realizzati da Accademia della Chitarra di Pontedera, Festival Sete Sóis Sete Luas e Vincanto.

Si comincia con i Vincanto il 19 febbraio!

“Voglio cantare e se non canto moro”
Laboratorio di canto popolare

La voce sarà la protagonista di questo laboratorio. Nel mondo popolare il canto restituiva presenza e dignità anche a chi era costretto ad una vita di miseria e possedeva a mala pena se stesso, la propria voce. Attraverso giochi ed esercizi collettivi, il laboratorio punterà l’attenzione sulla dimensione sociale del cantare insieme e sul piacere del canto corale in special modo, ma mirerà anche a svelare le peculiarità e le potenzialità della voce di ciascuno.
Durante il laboratorio saranno affrontati brani di varie regioni italiane, ponendo l’attenzione in particolare sulle diverse diverse modalità di emissione vocale e le diverse forme di polifonia presenti al nord Italia, al centro, al sud e nelle isole.

Il laboratorio sarà condotto da Ilaria Savini, Alessandro Cei e Simone Faraoni, del gruppo Vincanto

A chi si rivolge: Non sono richieste capacità particolari in campo vocale e musicale, né la capacità di leggere uno spartito o suonare uno strumento. Il laboratorio è adatto sia a chi ama cantare sia a chi vuole approfondire il lato storico e culturale del canto popolare italiano.

Costo: €35
Prenotazioni entro domenica 12 febbraio scrivendo a
segreteria@accademiachitarra.it
Per info sul laboratorio:
info@vincantomusica.it

Vincanto

Gruppo formatosi nel 2003 con l’obiettivo di ricercare, riscoprire e riproporre la canzone popolare italiana. Ha all’attivo centinaia di concerti i Italia e all’estero, un libro-cd del 2004 con il cantastorie Serafino Soldani, diversi spettacoli tematici (sulla Resistenza, sull’emigrazione italiana, sul lavoro, sulla Resistenza Spagnola al regime di Franco, ecc.), l’organizzazione del festival “A Piena voce” e molte collaborazioni con enti o associazioni dediti alla valorizzazione del canto popolare o della storia locale. Nel 2013 esce il primo cd “Musica popolare”, che raccoglie una parte del repertorio toscano del gruppo, mentre nel 2014 è stato pubblicato un DVD dello spettacolo “Pueblo que canta no morirà”. Il gruppo ha collaborato e collabora frequentemente con altri musicisti e con compagnie teatrali, attori e registi.
I Vincanto si dedicano alla didattica dal 2007 tenendo regolarmente laboratori sul repertorio di tradizione orale italiano rivolti ai bambini delle scuole elementari, ai ragazzi delle medie superiori e agli adulti di tutte le età.

www.vincantomusica.it

Progetto Spazi Aperti, laboratorio di canto corale

FacebooktwittermailFacebooktwittermailIl progetto Spazi Aperti presenta: VOGLIO CANTARE E SE NON CANTO MORO – Laboratorio espressivo di canto corale a cura di Ilaria Savini e Simone Faraoni. Il laboratorio mira a creare un coro coinvolgendo la comunità di Montespertoli e dintorni insieme ai ragazzi ospiti del centro di accoglienza di Lucignano. FREQUENZA LIBERA ED INGRESSO GRATUITO.
Il progetto Spazi Aperti è implementato da Prima Materia in collaborazione con ASEV e Straniamenti e con il patrocinio del comune di Montespertoli. Progetto finanziato dai fondi Ottoxmille di Chiesa Valdese.