Tagged pontedera

Presentazione Il Canto Rovesciato a Pontedera

Concerto di presentazione del Nuovo Cd dei Vincanto

Organizzato da Accademia della Chitarra di Pontedera

a Pontedera

Il canto rovesciato è un disco che rispecchia la direzione principale che ha preso il lavoro dei Vincanto negli ultimi anni, dove cioè sono in evidenza le voci e la polifonia, spesso a cappella, e dove possiamo trovare brani provenienti non solo dalla Toscana ma anche da altre regioni sia del sud che del nord, tutti in arrangiamenti originali del gruppo. Lo stile del trio tenta di coniugare attenzione filologica e libertà espressiva, a partire dalla convinzione che la musica di tradizione orale sia un mondo con una sua peculiare estetica che merita di essere valorizzata nella sua specificità, poiché in questa sta il suo vero valore (anche per questo è un canto “rovesciato”). I Vincanto tentano di percorrere questa strada con la loro ricerca sul timbro e sull’armonia, riducendo all’osso la strumentazione e cercando di mostrare la bellezza e la complessità dei repertori di tradizione orale italiana: privati di inutili fronzoli che apparentemente dovrebbero “nobilitarli” o renderli più fruibili al vasto pubblico, questi repertori risultano tanto più attuali nei contenuti e contemporanei nella loro forma.

Il canto rovesciato è il canto di quella parte di umanità che di solito era costretta a sopportare le ingiustizie dei padroni, a partire per guerre che non aveva voluto, o per terre lontane in cerca di diverse opportunità. Una umanità che ogni tanto però alzava la testa ed era in grado di lottare per rivendicare i propri diritti o che sapeva esprimere in un canto la propria volontà di esistere, anche solo raccontando la propria condizione.

In questo disco troverete le storie di molti uomini e donne coraggiosi, che hanno lottato per rendere il luogo dove vivevano un posto dove si potesse vivere una vita più giusta e dignitosa e che sono spesso stati completamente dimenticati, come Lorenzo Panepinto, una figura che ci mostra la faccia di una Sicilia che vuole uscire dal rapporto di sudditanza nei confronti delle culture mafiose e padronali, che oppone il proprio corpo e la propria vita all’ingiustizia e alla sopraffazione.

Un canto rovesciato, “l’altro” canto, quello lontano dalle pagine della storia ufficiale, dalla storia scritta dai padroni e dai generali, quello degli intellettuali come Gianni Bosio, che “andavano a scuola dal popolo”, intellettuali rovesciati, appunto.

Un due tre…Folk!

Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

L’ultima fatica dei Vincanto…in collaborazione con L’Accademia della chitarra di Pontedera e con il Centrum Sete Sois Sete Luas. Quattro seminari di approfondimento sulla musica popolare italiana.

Ecco il programma

Un due tre…folk!
Quattro laboratori dedicati alla musica popolare italiana realizzati da Accademia della Chitarra di Pontedera, Festival Sete Sóis Sete Luas e Vincanto.

Si comincia con i Vincanto il 19 febbraio!

“Voglio cantare e se non canto moro”
Laboratorio di canto popolare

La voce sarà la protagonista di questo laboratorio. Nel mondo popolare il canto restituiva presenza e dignità anche a chi era costretto ad una vita di miseria e possedeva a mala pena se stesso, la propria voce. Attraverso giochi ed esercizi collettivi, il laboratorio punterà l’attenzione sulla dimensione sociale del cantare insieme e sul piacere del canto corale in special modo, ma mirerà anche a svelare le peculiarità e le potenzialità della voce di ciascuno.
Durante il laboratorio saranno affrontati brani di varie regioni italiane, ponendo l’attenzione in particolare sulle diverse diverse modalità di emissione vocale e le diverse forme di polifonia presenti al nord Italia, al centro, al sud e nelle isole.

Il laboratorio sarà condotto da Ilaria Savini, Alessandro Cei e Simone Faraoni, del gruppo Vincanto

A chi si rivolge: Non sono richieste capacità particolari in campo vocale e musicale, né la capacità di leggere uno spartito o suonare uno strumento. Il laboratorio è adatto sia a chi ama cantare sia a chi vuole approfondire il lato storico e culturale del canto popolare italiano.

Costo: €35
Prenotazioni entro domenica 12 febbraio scrivendo a
segreteria@accademiachitarra.it
Per info sul laboratorio:
info@vincantomusica.it

Vincanto

Gruppo formatosi nel 2003 con l’obiettivo di ricercare, riscoprire e riproporre la canzone popolare italiana. Ha all’attivo centinaia di concerti i Italia e all’estero, un libro-cd del 2004 con il cantastorie Serafino Soldani, diversi spettacoli tematici (sulla Resistenza, sull’emigrazione italiana, sul lavoro, sulla Resistenza Spagnola al regime di Franco, ecc.), l’organizzazione del festival “A Piena voce” e molte collaborazioni con enti o associazioni dediti alla valorizzazione del canto popolare o della storia locale. Nel 2013 esce il primo cd “Musica popolare”, che raccoglie una parte del repertorio toscano del gruppo, mentre nel 2014 è stato pubblicato un DVD dello spettacolo “Pueblo que canta no morirà”. Il gruppo ha collaborato e collabora frequentemente con altri musicisti e con compagnie teatrali, attori e registi.
I Vincanto si dedicano alla didattica dal 2007 tenendo regolarmente laboratori sul repertorio di tradizione orale italiano rivolti ai bambini delle scuole elementari, ai ragazzi delle medie superiori e agli adulti di tutte le età.

www.vincantomusica.it