Tagged prima materia

Satierikon

SatiErikon

Musica, teatro, circo e film a 100 anni dall’armistizio della Grande Guerra

Data

La musica di Satierikon è un arrangiamento di tre brani orchestrali del compositore francese Erik Satie vissuto tra il 1866 e il 1925 a Parigi. Precisamente si tratta di una commistione tra i balletti Parade e Relâche e la musica per Entr’acte, un film di René Clair che originalmente costituiva l’intermezzo tra i due atti di Relâche. La musica dello spettacolo è integrata con alcune chanson dello stesso compositore (Allons-y Chochotte, Chanson, Je Te Veux, Trois Poèmes d’Amour, Danseuse, La Diva de l’Empire, Air du Poete, Air du Rat, Adieu, Spleen).

La prima dello spettacolo è andata in scena il 25 Luglio 2018 a Montespertoli nell’ambito del festival “A. Bassi”.

La replica andrà in scena il 19 settembre a Firenze.

All’interno dello spettacolo vengono proiettati il film Entr’acte ed alcune scene di battaglia riprese dalla Grande Guerra in considerazione del fatto che la prima rappresentazione di Parade si è avuta nel 1917 a Parigi. Il ruolo delle proiezioni è quello di commentare le azioni che avvengono sul palco, suggerendo allo spettatore un nuovo punto di vista da cui osservare le scene. Si vuole riuscire ad instaurare un rapporto diretto tra immagine azione e significato. Infatti anche se lo spettacolo evita messaggi espliciti e non segue una trama razionale, il susseguirsi di gesti ed azioni apparentemente senza senso e scollegate tra loro, commentate da alcune immagini di violenza e di guerra restituiscono allo spettatore l’immagine dell’assurdo. Quello davanti a cui vi trovate è assurdo e incomprensibile: i gesti, le azioni, le musiche vogliono adesso costituire un commento alle azioni di guerra e di violenza. Il messaggio che vi traspare adesso è chiaro e molto diretto.

Dunque lo spettacolo, arricchito di questa ambivalenza, non è semplicemente una rappresentazione dei brani nello stile Satie ma una critica alle azioni di violenza nella storia. Questo pensiamo che fosse anche lo spirito del compositore al momento in cui si apprestava a scrivere queste sue opere in un clima europeo di terrore e di violenza. Ed anche se non poteva manifestarlo per la libertà assai limitata imposta dal regime di guerra, noi oggi vogliamo ribadirlo fortemente in tutta la sua ricchezza e forza espressiva. Ed in ogni caso gliene chiediamo scusa (HB).

 

Satierikon

25 Luglio 2018, ore 21:30 Presso

SatiErikon è uno spettacolo di musica, teatro, film, danza e circo ideato dal compositore e direttore d’orchestra Henry Brown con le musiche di Erik Satie, un film di René Clair e filmati d’archivio della Grande Guerra, presentato all’interno del festival “Amedeo Bassi” di Montespertoli.

Questi elementi apparentemente contrastanti, tutti riferiti ai primi anni del ‘900 nella capitale e nelle regioni al nord della Francia, vengono strutturati in un impellente invito a riflettere sull’assurdità della guerra, commentata dalle musiche di Satie al momento in cui si apprestava a scrivere le sue opere, in un clima europeo di terrore e violenza.

Tante informazioni in più

SatiErikon è parte di un progetto socio-culturale formativo che affianca giovani studenti e tirocinanti e professionisti di grande rilievo, sia nel team di produzione che fra gli artisti e musicisti, che coinvolge anche i richiedenti asilo del CAS di Montespertoli e valorizza le loro competenze utili per il supporto dello spettacolo.

SatiErikon è realizzato con il sostegno del MiBACT e di SIAE nell’ambito del bando ‘Sillumina’, della Città Metropolitana di Firenze e con il patrocinio di Regione Toscana, Comune di Montespertoli e dell’Istituto Francese di Firenze.

Biglietteria e prevendita

  • Ufficio Urp Montespertoli dal lunedì al sabato orario 9-13
  • Ufficio Cultura di Montespertoli il martedì orario 9-13 e il giovedì orario 9-13/15-17.30
  • per info: Ufficio Cultura Montespertoli 0571/600230

Canti popolari: una rilettura d’autore

Un nuovo programma di musica classica ispirata alla musica popolare realizzato insieme a Simone Faraoni, pianista con il quale collaboro da 15 anni proprio nel mio gruppo di musica popolare, i Vincanto.

Il tutto impreziosito dalle percussioni di Ettore Bonafè che ci fa il regalo di partecipare.

Canti Popolari: una rilettura d’autore

Domenica 19 Novembre

ore 18:00

Presso la sede dell’associazione Prima Materia a San Quirico in Collina, Via Poppiano 100

(Comune di Montespertoli, a 10 minuti dall’uscita FI-Pi-LI di Ginestra)

Ilaria Savini – Voce

Simone Faraoni – Pianoforte

Con la partecipazione straordinaria di Ettore Bonafè alle percusssioni

Un vero e proprio viaggio fra i canti popolari di Inghilterra, Scozia, Irlanda, Repubblica Slovacca, Grecia, Francia e Spagna così come sono stati riletti da tre grandi compositori del novecento (Britten, Bartok e Ravel) e da un grande poeta come Federico Garcia Lorca.

lasciandovi trasportare potrete sentire canti in Inglese, Francese, Spagnolo e Ungherese, assaporare sonorità diverse e ascoltare storie storie d’amore e Ninne Nanne, storie di re e pastorelle, storie di impavidi bardi guerrieri e umili filatrici di lana…un concerto da non perdere con un finale esplosivo!

Al termine se vorrete potrete prendere un aperitivo con i musicisti, a soli due euro.

Il ricavato del concerto (biglietti e aperitivo) sarà interamente devoluto alle spese per il “Progetto sede” dell’associazione “Prima Materia”.

 

 

Saluteremo il signor padrone

FacebooktwittermailFacebooktwittermail
Domenica 16 ottobre 2016, ore 18
Saluteremo il signor padrone”.
I Vincanto cantano il lavoro nel novecento.
Nell’ambito della Rassegna “Moment Musicaux”,
orga

nizzata dall’ass. Prima Materia,
nella sua sede, presso la ex scuola elementare di San Quirico in Collina (Montespertoli)
Ingresso 8 euro
ridotto (minori e studenti) 5 euro

biglietto nucleo familiare 20euro
E dopo, per chi vuole, aperitivo dopo concerto (a 2 euro)

Il ricavato dei biglietti sarà interamente devoluto a sostenere le attività di Prima Materia ed in particolare il progetto Sede.

 

Vincanto:

Ilaria Savini-voce

Alessandro Cei-Chitarra e voce

Simone Faraoni-Fisarmonica e voce

 

www.vincantomusica.it


SALUTEREMO IL SIGNOR PADRONE
Concerto dedicato ai canti di tradizione orale italiana legati al lavoro.
I Vincanto (trio composto da Alessandro Cei, Ilaria Savini e Simone Faraoni) interpretano brani del lavoro e sul lavoro, in un viaggio in cui sono protagoniste le voci dei tre interpreti, lasciate nude o accompagnate dalla chitarra, dalla fisarmonica e dalle percussioni.
Canti nati nei campi, sotto il sole che tramontava sempre troppo presto per il padrone e sempre troppo tardi per chi vedeva la sua giornata lavorativa scandita da esso, un tema che troviamo in Toscana come in Sicilia, in Pianura Padana come in Lazio. Canti che profumano di mare, come quelli dei battipali della laguna veneta, quelli delle saline e delle tonnare siciliane e canti bruciati dal sole come quelli dei mietitori maremmani e delle tabacchine salentine. Molti sono i canti che raccontano il lavoro delle donne, come le mondine e le filerine, memoria della loro condizione e delle loro lotte per i diritti di tutti.
“Saluteremo il signor padrone” racconta la protesta, la voglia di riscossa e di giustizia sociale, dagli scioperi per le otto ore in risaia fino a canti nati nel dopoguerra, come quello che testimonia l’occupazione delle Officine Reggiane.
Una serata per riflettere sul lavoro ma anche sulla sua mancanza, sull’emarginazione data dall’esserne privi, che spesso costringeva ad emigrare verso terre sconosciute ed ostili, ieri come oggi.

 

MM 16 ottobre 2016 – Saluteremo il Signor Padrone.jpg

MARS – Music And Resilience Support

FacebooktwittermailFacebooktwittermail

L’associazione Prima Materia di cui faccio parte dal 2011 come insegnante di canto, sta iniziando una nuova esperienza grazie ai finanziamenti del programma europeo Erasmus+

MARS – Music And Resilience Support

MARS

è un progetto coordinato dall’organizzazione francese International Music Council che svilupperà un centro di risorse online e un corso di formazione e specializzazione per operatori in interventi musicali psico-sociali in contesti di marginalizzazione edeprivazione sociale, in Europa ed oltre!

Sono aperte le iscrizioni gratuite al primo corso MARS, rivolto a musicisti, musicoterapisti ed operatori sanitari, sociali, educativi interessati a sviluppare le loro competenze in questo contesto.
Più dettagli sul sito del progetto! (www.musicandresilience.net)

Prima Materia è parte di un partenariato solido e creativo, accanto a IMC (Francia), Nordoff Robbins Music Therapy (Regno Unito), Moviment Coral Catalan (Spagna), Euridea Education Agency (Italia) e il nostro partner palestinese in Libano NISCVT “Beit Atfal Assumoud”.

Io avrò l’onore di far parte dei docenti. Sperando di poter dare qualcosa e certa di imparare tanto.

Prossimi concerti Mnemosine

FacebooktwittermailFacebooktwittermail

Le Mnemosine si esibiranno martedì 8 marzo alla biblioteca di Scandicci, ore 18 e poi venerdì 8 aprile nella rassegna  “Aperitivo del Venerdì” ideata e programmata da Auser Scandicci nell’ambito della Libera Università di Scandicci.   In questa occasione il concerto sarà seguito da ricco aperitivo  per cui è necesario  prenotare entro le ore 12 del giorno dell’incontro 8al numero 055755188). Aperitivo e concerto costeranno 8 euro.  Il luogo dell’esibizione sarà la sala “Olga Matteuzzi” presso la sede dell’auser, via IV novembre 13 (presso il vicino circolo “Il ponte” c’è un ampio parcheggio).
aperitivo del venerdì A4

Ma il mese di aprile non è finito e ci sarà un altro importante  appuntamento:

il 16 aprile a Montespertoli presso il Centro “I lecci”, alle ore 18, nell’ambito della giornata dedicata al canto corale popolare organizzata dall’associazione Prima Materia e intolata come sempre “Popolo che canta non muore”.

popolo che canta non muore5